Alla scoperta della SSR con «Metro»

«Metro» ci accompagna, fermata dopo fermata, alla scoperta di tutte le tematiche importanti e interessanti che ruotano attorno alla Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR. Tra le altre cose, sapremo ad esempio perché la SSR non è considerata un istituto di diritto pubblico, nonostante svolga un mandato pubblico. Conosceremo la forma organizzativa della SSR, unica nel suo genere, e i suoi obiettivi futuri. «Metro» è certamente lo strumento giusto per chi ha fretta, ma allo stesso tempo soddisfa la curiosità di chi vuole approfondire. Principalmente rivolto ai nuovi collaboratori, «Metro» risulta altrettanto utile ai veterani della SSR, che non mancheranno di fare scoperte nuove e interessanti. Ovviamente, «Metro» invita a conoscere da vicino la SSR anche chi non ci lavora. La prima fermata di ogni linea informa in modo chiaro e conciso sui fatti principali. Alla seconda fermata si comincia ad approfondire l'argomento, che sarà affrontato in dettaglio alla terza fermata. Chi si avventura fino alla quarta fermata raggiunge le unità aziendali Radiotelevisione svizzera (RSI), Radiotelevisiun Svizra Rumantscha (RTR), Radio Télévision Suisse (RTS), Schweizer Radio und Fernsehen (SRF) e swissinfo (SWI).

La SSR: qualità come bene più prezioso

Offrire qualità non significa semplicemente accontentare il pubblico. La Concessione stessa impone alla SSR quattro requisiti, che essa è tenuta a soddisfare indipendentemente dai gusti degli spettatori e a differenza della concorrenza privata non sovvenzionata dal gettito del canone:

  • credibilità,
  • senso di responsabilità,
  • rilevanza,
  • professionalità giornalistica.

Quando si parla di qualità editoriale riferita alle trasmissioni o ai contenuti web della SSR è necessario osservare sempre tre punti di vista: la prospettiva della società, la prospettiva interna e la prospettiva del pubblico. Oppure, per illustrare il concetto con un esempio: la SSR deve adempiere il mandato di Concessione tenendo conto della strategia interna e soddisfacendo il più possibile i gusti del pubblico. Un compito a dir poco impegnativo.