Alla scoperta della SSR con «Metro»

«Metro» ci accompagna, fermata dopo fermata, alla scoperta di tutte le tematiche importanti e interessanti che ruotano attorno alla Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR. Tra le altre cose, sapremo ad esempio perché la SSR non è considerata un istituto di diritto pubblico, nonostante svolga un mandato pubblico. Conosceremo la forma organizzativa della SSR, unica nel suo genere, e i suoi obiettivi futuri. «Metro» è certamente lo strumento giusto per chi ha fretta, ma allo stesso tempo soddisfa la curiosità di chi vuole approfondire. Principalmente rivolto ai nuovi collaboratori, «Metro» risulta altrettanto utile ai veterani della SSR, che non mancheranno di fare scoperte nuove e interessanti. Ovviamente, «Metro» invita a conoscere da vicino la SSR anche chi non ci lavora. La prima fermata di ogni linea informa in modo chiaro e conciso sui fatti principali. Alla seconda fermata si comincia ad approfondire l'argomento, che sarà affrontato in dettaglio alla terza fermata. Chi si avventura fino alla quarta fermata raggiunge le unità aziendali Radiotelevisione svizzera (RSI), Radiotelevisiun Svizra Rumantscha (RTR), Radio Télévision Suisse (RTS), Schweizer Radio und Fernsehen (SRF) e swissinfo (SWI).

Strategia e obiettivi della RSI, RTR, RTS, SRF e SWI

Radiotelevisione svizzera (RSI)

La RSI è l'unità aziendale della SSR nella Svizzera italiana. Nelle sedi di Comano e Lugano-Besso i 1155 collaboratori (1039 posti a tempo pieno) producono contenuti per tre reti radiofoniche e due reti televisive, nonché diverse offerte multimediali.

  • Pubblicazione sul mandato di servizio pubblico

    La versatile e complessa azienda RSI viene spiegata in modo chiaro e conciso nella pubblicazione sul mandato di servizio pubblico, che offre una panoramica degli studi e dei programmi, degli uffici e dei dipartimenti; le strutture, strettamente correlate fra loro, sono descritte in maniera comprensibile e interessante, così come il lavoro della RSI con i suoi effetti sull'economia, la società e la cultura.

    RSI Missione servizio pubblico

Radiotelevisiun Svizra Rumantscha (RTR)

La RTR è un'unità aziendale della SSR, il cui studio principale si trova a Coira. In tutta la Svizzera romancia lavorano all'incirca 167 persone occupando 131 posti a tempo pieno.

  • Guida RTR

    Nel processo di cambiamento verso il mondo digitale, la RTR adotta le misure necessarie per garantire anche in futuro al suo pubblico romancio l'offerta di suoni, immagini e testi. La direzione che intende seguire la RTR è illustrata nella guida RTR e nella pianificazione RTR.

    Incumbensa e strategia

Radio Télévision Suisse (RTS)

RTS offre i suoi contenuti attraverso quattro emittenti radiofoniche, due reti televisive e numerose piattaforme interattive. La RTS si rivolge al pubblico francofono in Svizzera e, tramite TV5Monde e il web, ai francofoni all'estero.

L'azienda, che ha sede a Ginevra e Losanna con 1872 posti di lavoro (1568 posti a tempo pieno), è tra i leader di mercato in ambito audiovisivo.

  • Strategia della RTS

    La strategia presenta i valori della RTS, medium audiovisivo svizzero di servizio pubblico, attore della diversità romanda aperto sul mondo. Dettaglia gli obiettivi che la RTS intende realizzare nei prossimi anni nei campi della produzione radiotelevisiva multimediale e della gestione aziendale.

    Strategie RTS 2017–2018

Schweizer Radio und Fernsehen (SRF)

La SRF è l'unità aziendale più grande della SSR e ha sede nello studio principale di Zurigo Leutschenbach. Nella Svizzera tedesca, la SRF è solidamente rappresentata grazie agli altri studi principali che si trovano a Basilea, Berna e Zurigo Brunnenhof, nonché agli studi regionali di Aarau, Coira, Lucerna e San Gallo. La SRF impiega 2110 collaboratori.

  • Mandato e strategia della SRF

    Il capitolo Auftrag und Strategie su srf.ch contiene sotto forma di file PDF i valori e l'orientamento strategico della SRF stabiliti dalla direzione.

    Auftrag und Strategie SRF

swissinfo.ch (SWI)

Da più di dieci anni SWI adempie il mandato d'informazione all'estero conferitole dalla Confederazione. Completa così l'offerta online delle unità radiotelevisive della SRG SSR. Il servizio plurilingue multimediale di SWI è oggi rivolto prevalentemente a un pubblico che s'interessa alla Svizzera e agli svizzeri all'estero. Dal 2013 swissinfo.ch propone un servizio in dieci lingue. Il russo si è infatti aggiunto alle precedenti nove lingue: inglese, italiano, tedesco, francese, spagnolo, portoghese, cinese, giapponese e arabo. In questo modo il portale è in grado di raggiungere oltre l'80% degli internauti di tutto il mondo. SWI ha redazioni a Berna (sede principale), Ginevra e Zurigo. È presente anche al Centro dei media del Palazzo federale.